Dopo essersi fatta notare nel 2013 al talent televisivo The Voice of ItalySilvia Caracristi si rimette in gioco con il contest Incisioni OFF il 6 dicembre. La cantautrice trentina è stata selezionata da Casa Del Vinile  tramite l’App  iLiveMusic.

La sua proposta musicale vive su un equilibrio vibrante e delicato che si fonda su suoni ricercati e una voce espressiva e profonda. Non solo starla a sentire, ma anche vederla esibire è un vero spettacolo! Il valore aggiunto di un suo live risiede anche nella capacità di saper suonare  strumenti di ogni genere: dall’ukulele al glockenspiel fino addirittura anche al toy-piano.  La carriera di Silvia Caracristi negli anni si è arricchita anche di un progetto in duo portato avanti dal 2008 insieme a Gabriele Pierro:  “Miniature“. Una formazione light che propone reinterpretazioni di brani molto conosciuti vestendoli di un’estetica minimale caratterizzata dall’uso di strumenti in dimensione ridotta.

Intervista

Partiamo dal principio, come e quando è nata la tua passione per la musica? Quando hai scoperto che era più di un semplice interesse?

Fin da piccolissima ho sempre amato il canto e la composizione. Quando avevo 7-8 anni mi rinchiudevo in cameretta con il mio mangiacassette e registravo canzoni inventate sul momento. Crescendo ho cominciato a suonare la chitarra, a diciotto anni ho iniziato a cantare in un gruppo rock e facevo la corista in un musical. Dal 2008 ho cominciato a fare più “seriamente” cominciando a mandare in giro le mie canzoni a concorsi nazionali con buoni riscontri (sono stata finalista a Sanremolab, Musicultura, Premio Bianca D’Aponte, Premio De Andrè)e a fare live in giro per l’Italia.

Nel 2014 è uscito l’album “Orbita”, un album minimalista che ha in sé un grande valore emotivo interiore; dopo l’ottima accoglienza cosa hai fatto in questi ultimi anni?

Grazie per la bella descrizione del mio disco. Dopo la pubblicazione c’è stata la promozione, ho girato suonando dal vivo per un po’. C’è stato poi un cambiamento nella mia vita personale: sono diventata mamma! Questo ha un po’ rallentato la mia attività musicale.

Raccontaci il tuo interessante progetto “Miniature”

Miniature è un progetto di cover che condivido con Gabriele Pierro. E’ un progetto nato per gioco dal nostro amore per gli strumenti di piccole dimensioni e dalla voglia di prendersi poco sul serio. Ci definiamo “decostruttori di canzoni”: prendiamo canzoni famosissime e le riduciamo all’osso rincollandone i pezzi partendo da melodie basilari e strumenti giocattolo. Sul palco ci alterniamo suonando chitarra, ukulele, glockenspiel, toy-piano e mini fisarmonica.

Nel 2013 hai partecipato al talent “The Voice”, come giudichi questa esperienza? Cosa ha lasciato al tuo percorso artistico? Lo rifaresti?

La mia esperienza a “The Voice” la definirei “surreale”.E’ un contesto che ha a che fare più con lo spettacolo e l’immagine e molto poco con la musica. Essendo di indole poco espansiva e fondamentalmente timida per me è stato difficile stare lì in mezzo. Ma probabilmente lo rifarei perché ha fatto arrivare la mia musica a molte più persone e mi ha fatto capire un po’ di cose su me stessa.

Silvia Caracristi

Cosa ti ha spinto a partecipare al contest di Incisioni OFF?

Mi sembra un contesto interessante per far ascoltare le mie canzoni e poi non mi dispiacerebbe pubblicare il mio disco in vinile.

Oltre ad INCISIONI OFF, cosa farà Silvia Caracristi nei prossimi mesi? Hai nuove date, nuove idee di performance, collaborazioni etc etc?

Per ora ho delle date con il progetto Miniature e sto lavorando a nuove produzioni in studio.

Parteciperai al contest grazie alla candidatura su iLiveMusic; come pensi possa essere utile, questa App gratuita che mette in contatto musicisti ed organizzatori di eventi, nel mercato musicale italiano?

Conosco questa App da poco e devo ancora sperimentarne a pieno le potenzialità. Ma credo che sia un ottimo strumento per suonare molto in giro e autopromuoversi senza bisogno di intermediari.

Ti lasciamo chiedendoti se hai un sogno da realizzare in ambito artistico/musicale?

Il mio sogno è anche un impegno che vorrei prendere con me stessa: vorrei che la musica fosse per sempre la mia attività principale.

LINK

Website

Facebook

Spotify

Youtube

Instagram