MariTè è una giovane cantante: iLiveMusic l’ha incontrata.

IMG_20180606_133625_resized_20180606_013721321

 La voce di MariTè è inconfondibile, così come la sua determinazione nell’ utilizzare la musica come strumento di aiuto ai più deboli.

Intervista

Come e quando è nata la tua passione per la musica?

Ho iniziato a cantare in tenera età. Mio padre fin da piccolina mi faceva ascoltare tanta musica e per me è diventata come ossigeno. Quando sono cresciuta poi ho capito che cantare era proprio quello che volevo fare. Ho così iniziato a studiare e fare esperienza.

Saranno tutti curiosi, da cosa deriva il nome MariTè?

MariTè, è semplicemente l’acronimo di Maria Teresa, un vezzeggiativo che mi davano le mie amiche e alla fine è divenato il mio nome d’arte.

La tua voce ha una impronta estremamente soul. Nel tuo singolo “Innocence” la moduli con grazia, ma allo stesso tempo la controlli con fermezza. A quali artisti hai fatto riferimento nel corso della tua carriera e in che modo sei riuscita a trovare la tua strada, così unica, dal punto di vista vocale?

Grazie mille!  Come ti dicevo ho sempre ascoltato musica e fin da bambina i miei idoli erano ( e sono): WITHNEY HOUSTON, ANITA BAKER, ARETHA FLANKLYN, AMY STUART, ALICIA KEYS, INDIA ARIE, SADE, MARVIN GAYE, SEAL e GIORGIA.

Da donna impegnata nel sociale quale sei, avendo fondato nel 2014 la Tam Tam D’Afrique Onlus,  pensi che la musica possa avere un ruolo di rilievo nel fare luce sulle ingiustizie sociali?

Credo fermamente che la musica sia uno dei mezzi di comunicazione più potente al mondo: non ha etnie, lingua, religione. Arriva in tutto il mondo e dritta al cuore, all’anima. Per questo ti dico il mio sì, con forza: la musica ed i musicisti hanno un gran ruolo nel sociale.

La componente spirituale nella tua arte è palpabile, hai cantato con molti cori Gospel in giro per il mondo: cosa comporta esibirsi in un coro, per te?

Sono direttrice di due cori gospel ed è affascinante vedere ed ascoltare da fuori un coro: ha un energia pazzesca! Ho avuto l’onore di cantare in diversi coi gospel e posso dire che danno una grande carica, è un nutrimento per l’anima ed un ottima palestra per la voce. Il coro ti trasporta in un’altra dimensione spirituale molto potente.

Riusciresti a descrivere la musica di MariTè con tre aggettivi?

FORZA, RELISIENZA, AMORE.

Ripensando alle tue passate esibizioni, c’è un aneddoto divertente che ti è accaduto che vuoi condividere con noi?

Alla presentazione del mio primo EP ero molto emozionata, ma anche molto stanca: mesi di lavoro, registrazioni ecc, insomma: avevamo iniziato il concerto da una mezz’ora quando ad un certo punto inizio a vedere delle piccole scintille nella sala, che diventa sempre più buia. Con molta disinvoltura dico al pubblico che li avrei lasciati alla mia band per un momento strumentale. Tempo di arrivare alla cieca ai camerini e svengo. A quel punto si è sentito il fonico  chiedere ” Ma che succede? possiamo ripartire?” e l’altro fonico gli ha risposto ” No, aspetta un attimo che MariTè ha sbiancato!”. Ancora oggi ci ridiamo!

Come pensi che iLiveMusic possa essere utile nel mercato musicale italiano?

Sicuramente è una grande piattaforma, che può aiutare band emergenti e non ad emergere, a dar valore alla musica e sopratutto può far sì che si torni a seguire la musica dal vivo come una volta.

Progetti – date – prossimi concerti/eventi?

Progetti tanti! Stiamo lavorando a “Telling Stories” il mio nuovo disco, con molta calma vogliamo tirar fuori della musica e dei testi che siano veri. Come date posso dirvi che sarò: IL 14 LUGLIO A FIRENZE,  IL 21 LUGLIO A TRANI (BR) e ci saranno delle date europee che svelerò presto!

Video

Link Social

Facebook
Youtube
Sito Web

Anche tu vuoi entrare nella community di iLiveMusic e suonare Live?

Scarica GRATIS l’App QUI e crea il tuo profilo da artista.